“Chiamata ai Musei” di Riccardo Rescio

I&f Arte Cultura Attualità

Galleria della Accademia di Firenze

Alla scoperta delle meraviglie, alla ricerca del bello, alla individuazione delle radici, alla piena consapevolezza di insistere in un Paese in cui l’Arte è di fatto contenuto e contenitore.
Se tutti noi fossimo pienamente consapevoli di questo nostro incommensurabile, ampio e variegato patrimonio, Artistico, Culturale, Territoriale, ci sentiremmo talmente orgogliosi da avvertire l’irrefrenabile esigenza di volerlo comunicare, in ogni modo, in ogni tempo, in ogni luogo.
Una consapevolezza che potremo acquisire, solo se saremo in grado di cambiare prospettiva, di liberarci dalla banalità di sapere senza conoscere e di non dare più niente per scontato, iniziando invece a guardare e non più accontentandoci solo di vedere, tutto il bello che abbiamo intorno, ma varcando i portoni dei palazzi, superando i cancelli di corti e giardini, entrando nei nostri straordinari Musei, che non sono più quelli dove ci porta l”Immaginario, questo perché i Musei Italiani stanno cambiando, divenendo sempre più Luoghi del cuore e Ludoteche dell’anima.
I Musei per la gioia di tutti non sono più retaggio di colti o presunti tali, ma momenti diffusi dove consapevoli visitatori hanno l’opportunità di potersi permeare di Arte e Bellezza.
Proprio con questi presupposti e con un nuovo allestimento e un nuovo percorso espositivo, giovedì 6 maggio 2021, riapre al pubblico la Galleria dell’Accademia di Firenze, dopo un lungo periodo di chiusura dovuto all’emergenza Covid.
Un periodo che ha visto il Museo impegnato in grandi cantieri di ristrutturazione che hanno richiesto la movimentazione di oltre 600 opere, rivoluzionando l’assetto del Museo e dando vita a un nuovo suggestivo allestimento che non mancherà di sorprendere, si perché grandi o piccolo, famosi o poco conosciuti che possano essere, tutti i Musei hanno sempre in serbo per noi qualcosa di inaspettato che riuscirà a sorprenderci positivamente.
Nella Galleria della Accademia di Firenze sarà finalmente visibile anche la sezione dedicata agli Strumenti Musicali, un vero gioiello che raccoglie rari pezzi unici, ora collegata direttamente, tramite un nuovo varco, alle sale delle mostre temporanee, ambienti dove sarà possibile immergersi nella magia del Rinascimento, grazie ai dipinti che arrivano dalla Sala del Colosso.
“È stata un’impresa oserei dire ciclopica, ricollocare tutte queste opere” racconta Cecilie Hollberg, direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze.
“I lavori che sistematicamente abbiamo iniziato per risolvere i numerosi problemi conservativi dell’edificio, ci hanno messo di fronte a una grande sfida: ripensare l’assetto espositivo del museo, nel rispetto delle sue collezioni. Sono molto felice del risultato, che ritengo molto accattivante, e di poterlo condividere con il nostro pubblico.”
Questo allestimento, fissato nelle bellissime immagini donate alla Galleria da Massimo Sestini è temporaneo, legato al periodo di durata dei diversi cantieri che interessano sia la Gipsoteca che la Sala del Colosso come le sale Bizantine e il primo piano.
Da giugno in poi ci saranno aperture e cambiamenti continui, insomma un Museo da scoprire e da riscoprire.
Mentre a luglio termineranno i grandi lavori sull’impiantistica che coinvolgono tutto il museo e ci sarà finalmente un nuovo impianto di climatizzazione funzionante in ogni sala.
La Gipsoteca, che ricrea idealmente lo studio di Lorenzo Bartolini, uno dei più importanti scultori italiani a cavallo fra il Sette e l’Ottocento, ospitava circa 450 opere tra busti ritratto, bassorilievi, sculture di varie dimensioni, tutte opere plasmate dall’artista, insieme ad alcuni esempi del suo allievo Luigi Pampaloni.
Tutti questi busti e alcune delle sculture che raffigurano personaggi, nobildonne e nobili, intellettuali e musicisti dell’epoca, nonché ninfe e figure mitologiche, si trovano raggruppate in aree tematiche, che consentono una visione ad altezza uomo.
Firenze 6 maggio 2021

#incontriamocialmuseo
#comunichiamoalmondolitalia #tuttoilbelloeilbuonoche

Galleria Dell’a Accademia Di Firenze
Davis & Co. Tommaso Sacchi Città di Firenze

https://photos.app.goo.gl/vqHHA9MMTntYG1j76

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: