“Viva l’Italia, ma l’Italia tutta intera” di Riccardo Rescio

I&f Arte Cultura Attualità

L’Italia non è più e in realtà non lo è mai stata, il Paese delle tre F, di festa, farina e fuochi. Un banale luogo comune creato e volutamente accreditato da chi non aveva in alcun modo coscienza e conoscenza delle tante ampie e variegate peculiarità che equamente diffuse, caratterizzano e identificano le Terre Uniche delle nostre 20 straordinarie Regioni. Una cecità dovuta, un po’ alla superficialità, un po’ alla presunzione, un po all’ignoranza e un po’ alla incapacità di avere una visione prospettica unitaria di sviluppo delle latenti potenzialità del nostro Paese. Per troppo tempo infatti in molti ci siamo compiaciuti di una Italia divisa, in nord, centro e sud, in troppi abbiamo accettato passivamente che l’origine territoriale venisse sempre anteposta ai nomi degli autori di qualche evento negativo, per voler marcare che era la provenienza a determinare particolari comportamenti. Per troppo tempo abbiamo tollerato, a volte con compiacimento, atteggiamenti di rifiuto di chi arrivava da altre Regioni. Abbiamo accettato e dato credito ad assurde illazioni, a paradossali considerazioni, a inaccettabili, denigratorie, affermazioni che regolarmente precedevano e accompagnavano i flussi migratori interni del nostro Paese. Troppo lungo sarebbe l’elenco delle assurdità perpetrate volontariamente o anche inconsapevolmente, purtroppo in modo diffuso e colpevolmente avvalorate dal silenzio del sistema che non ha certo facilitato quell’inalienabile processo di unificazione nazionale, che una giovane Repubblica come la nostra aveva necessità e bisogno. L’Italia è molto, ma molto di più di quello che si è voluto far credere, che non siamo stati capaci di percepire e di partecipare. Pararadossalmente i grandi eventi negativi hanno come risvolto la capacità di far prendere consapevolezza che gli errori perpetrati nel passato, almeno nell’immediatezza, non debbano ripetersi. L’Arte in generale, attraverso la sensibilità degli Artisti, da sempre ci da una visione vera e profonda della realtà passata, presente e futura, la musica poi in particolare, ha quella straordinaria valenza di arrivare al nostro io più profondo, lasciamoci permeare dalla emozione che provoca in noi nel momento dell’ascolto e facciamo in modo che la melodia e le parole ci rendano persone migliori. Viva l’Italia, viva l’Italia, ma l’Italia tutta intera.

Firenze 30 aprile 2021

#comunichiamoalmondolitalia #tuttoilbelloeilbuonochece #alcentrodellabellezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: