“Un sogno non è mai solo un sogno” di Vittorio Livi

I&f Arte Cultura Attualità

Villa Miralfiore
Il desiderio stimola la curiosità, è l’affermazione convinta di Vittorio Livi e c’è da crederci senza perplessità, visto che il suo desiderio, nato andando a bottega dal vetraio sotto casa, era quello di lavorare il vetro in modo diverso e anticonvenzionale. Nel tempo Vittorio Livi è riuscito a ribaltare il luogo comune che voleva il vetro, in quanto delicato e fragile, utilizzato solo per determinati usi, trasformandolo in qualcosa di completamente diverso, ma che paradossalmente avrebbe conservato intatte tutte quelle prerogative che lo rendono affascinante.
C’è da crederci senza ombra di dubbio, visto che oggi l’azienda di Vittorio, Daniele e Francesco Livi, è una grande realtà a livello internazionale, all’avanguardia, che ha reso il vetro qualcosa di straordinariamente, versatile, utile, funzionale, bello, artistico.
Mercoledì 21 aprile di questo 2021, che continua a limitarci nella possibilità di incontri fisici, abbiamo ricevuto Vittorio Livi, ARTOUR-O d’Argento e Daniele, il maggiore dei suoi due figli, nel Web Living di ARTOUR-O con Tiziana Leopizzi, sempre magnifica ospite di personalità di grande valenza e carisma.
Indubbiamente non si può che rimanere affascinati dai racconti di vita dei nostri ospiti che, nelle loro rispettive diversità, hanno tutti in comune il desiderio di scoprire, la curiosità di cercare, la voglia di fare.
Vittorio Livi ci racconta in modo semplice, vero, ma estremamente accattivante e coinvolgente, come il caso abbia voluto che dopo aver fatto bottega da vari artigiani, lui avesse scoperto proprio sotto casa il suo grande amore per il vetro.
Un incontro che ha stimolato e liberato quella sua irrefrenabile creatività, tutt’ora rimasta inalterata, che ha reso lui e la sua Azienda una delle più famose e prestigiose nel campo della lavorazione artistica del vetro, non solo nei complementi di arredo, ma sopratutto nella realizzazione di componenti di arredo in vetro. La prima ditta creata da Vittorio Livi è stata la Fullet, che produceva vetri colorati per l’industria del mobile, a questa sono seguite Artiglass, Curvovetro, Cromoglass e Vellutart.
Nel 1973 dalla fusione di alcune di queste imprese, è nata FIAM, la prima Azienda che realizza elementi d’arredo in vetro curvato. Grazie alla propria tecnologia e alle collaborazioni con i più noti designers internazionali, FIAM diventa leader nel proprio settore, tanto che alcuni dei suoi prodotti sono esposti in 25 musei internazionali.
Dopo essersi occupato della ristrutturazione di Montegridolfo, Borgo murato risalente al VII secolo a.C., nel 1992 Vittorio Livi acquisisce e recupera Villa Miralfiore, un edificio storico di Pesaro del 1260.
Attualmente una parte di questa bellissima villa immersa nel verde viene dedicata a Spazio Miralfiore, un Museo dove sono presenti anche le opere in vetro di numerosi Artisti nazionali ed internazionali, che hanno collaborato con Livi e prodotte da FIAM.
La determinazione, il desiderio, la voglia di fare che si evince dalle altrettanto belle e sincere parole di Daniele, che da buon osservatore prima, da operatore in tutte le fasi produttive dopo e da attuale Ceo di FIAM, ha avuto la capacità di affermare la propria personalità creandosi spazio, con idee, suggerimenti, soluzioni, che gli derivano, certamente dall’eredita genetica paterna, ma anche da quella esperienza maturata nel tempo, acquisita nello studio, osservata nei viaggi e verificata nella gavetta aziendale.
Oggi l’ingegnere Daniele Livi ha conquistato, nella Azienda di famiglia, quello spazio che il suo papà Vittorio si era potuto conquistare lasciando il suo lavoro di capo operaio, non ancora maggiorenne, dal suo primo maestro vetraio, per mettersi in proprio.
Ebbene si ci sono effettivamente tanti esempi da seguire, come molti miti da ammirare, ci sono affascinanti storie da amare e apprezzare, da tempo immemore l’esperienza altrui affascina chi ha un po’ di sensibilità e tanta voglia di sognare, perché da sempre il vissuto degli altri contribuisce a rendere possibile ciò che solo apparentemente crediamo per noi irrealizzabile, ma è sempre e solo la determinazione che abbiamo dentro il propellente che muove tutto e l’amore per quello che si fa ciò che sostiene comunque quel tutto.
Come dice Vittorio “Un sogno non è mai solo un sogno” e “Il desiderio, l’amore e l’esempio sono le condizioni inalienabili nella realizzazione del proprio io” è ciò che ribadisce Daniele, per entrambi sogno, desiderio e amore, sono gli ingredienti necessari per raggiungere il successo personale e sociale, a prescindere da quale possa essere l’attività svolta.
Un sentito grazie a Vittorio e Daniele Livi, per disponibilità, la sincerità e la piacevolezza con cui ci hanno partecipato il loro modo di essere.

Riccardo Rescio
Firenze 23 aprile 2021

#comunichiamoalmondolitalia #tuttoilbelloeilbuonochece #alcentrodellabellezza

Video completo dell’incontro https://youtu.be/kM_agksYJgU

FIAM https://www.fiamitalia.it/it

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: