“Arte e Luce” di Eralda Pitto Giacobbe

I&f Arte Cultura Attualità

Gli Antichi Greci avevano capito la necessità assoluta della presenza della Luce in Arte.
Il marmo pario, materia prima delle antiche statue, si ammanta di un candore evanescente avvolto dai dardi del Dio Apollo, i raggi del Sole !
La Luce naturale solare fa vibrare le variazioni di inclinazione del marmo trasformandosi in infiniti toni tra luci ed ombreggiature.
Questa meraviglia è ciò che è giunta a noi dai secoli scorsi !!!
Sappiamo che gli antichi templi e le statue erano policromi e dorate, ma possiamo solo immaginarli mediante delle ricostruzioni virtuali.
Arricchendosi della dimensione del colore, visti alla luce del caldo sole mediterraneo, immaginiamo fossero un vero assoluto incanto !!!
ARTE è LUCE e ARMONIA .
ARTE RASSERENANTE E RASSERENATRICE.
Tutto ciò si è mantenuto nei secoli successivi per quanto riguarda le arti visive : luce catturata dai pigmenti naturali usati nelle diverse miscele per costruire i colori nelle varie tecniche : affresco, encausto e olio. Si usava anche l’oro luminoso e solare per dare un maggior senso alla sacralità.
Tutti gli studi delle arti visive sono basati sui giochi di luce e ombre nelle varie gradazioni e le relative variazioni di tonalità cromatiche.
Un’alternanza tonale di luce ed ombre, come in musica, l’alternanza e il contrasto tra suoni e silenzi.
Non esiste la Luce senza l’ombra come non esiste il suono senza il silenzio.
Questa visione del mondo nella produzione delle Arti visive è stata portata alle conseguenze estreme dall’Impressionismo, in considerazione delle scoperte sulla teorie della Fisica sulla Luce e riguardo la percezione visiva.
I Cubisti, a tavolino, nel loro manifesto hanno trasferito dal colore alla forma gli stessi criteri utilizzati dagli impressionisti.
E dopo: il Diluvio, attraverso le Avanguardie l’affermazione di tutto e il contrario di tutto!!!
Ho studiato a lungo gli artisti dei vari gruppi delle Avanguardie alcuni mi hanno affascinato, altri commossa, altri ancora, pur conoscoendoli, non sono riuscita ad apprezzarli.
Tutto quello che è seguito in circa cento anni è un rifacimento dei principali filoni di ricerca delle Avanguardie.
Si è creato la dicotomia figurativo non figurativo quando tutte le espressioni artistiche di basano sulla rappresentazione di forme e colori.
Dobbiamo essere pienamente coscienti della nostra collocazione storica. Non si può’ continuare a produrre opere come centinaia di anni fa!!
Anche se il mercato e l’acquirente lo richiede.
L’arte è luce e Armonia, rasserenante e rasserenatrice.
L’artista esprime la sua personale visione de mondo attraverso le infinite possibilità di combinazioni di forme e colori.
Bisogna uscire dal solco delle Avanguardie ed inventare nuove espressioni artistiche, grazie alla infinita capacità creativa dell’Umanità.
Dopo una grave crisi c’è sempre una ripresa e una Rinascita. Usciamo dalle lunghe ombre del post impressionismo, post cubismo, post avanguardie sempre post post post!!!
Torniamo alla Luce di una visione del Mondo di Armonia Gioia e Serenità !!!!
Dr. Prof. Eralda Pitto Giacobbe

#daieriadomani #tuttoilbelloeilbuonoche #alcentrodellabellezza

Una risposta a "“Arte e Luce” di Eralda Pitto Giacobbe"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: