“Elogio del fritto” di Riccardo Rescio

Un buon fritto non si nega a nessuno.

Fettina di carne impanata e fritta

Un vecchio adagio popolare fiorentino recita che fritta, è buona anche una suola. Molto probabilmente è da questo modo dire che prende spunto un’altro detto, che più che tale, è in realtà un collaudato modo di fare, che costituisce uno dei postulati su cui si basa il potere, la collaudata procedura recita “date al Popolo affamato suole fritte e fate in modo che parli unicamente dell’impanatura e non dell’impanato. Una strategia comunicazionale finalizzata a distogliere l’attenzione della sostanza delle cose, spostandola su questioni marginali, senza grande importanza, facendole però assurgere facogitandole, a vitali questioni di sopravvivenza. Una attività paradossalmente accolta con fervore fideistico da parte di chi non ha voglia, tempo e capacità di capire, la totale o parziale assenza di capacità critica è un fertile terreno che porta a far fiorire, eufemisticamente parlando, fazioni, movimenti e partiti, che poggiano la loro stessa esistenza sulla doratura del fritto, peccato che in molti casi come contenuto non c’è neanche una suola, ma solo aria, aria fritta ben impanata.

Firenze 14 gennaio 2021

#ierioggidomani #tuttoilbelloeilbuonochece #alcentrodellabellezza

Una risposta a "“Elogio del fritto” di Riccardo Rescio"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: