“L’ovvio e il banale del 2020” di Riccardo Rescio

I&f Arte Cultura Attualità “L’ovvio e il banale del 2020” di Riccardo Rescio

La comunicazione è importante quanto l’alimentazione. Non è una aberrazione, chi si ostina a suddividere a scollegare a settorializzare campi scientifici da quelli umanistici, l’anima dal corpo, chi ancora non riesce a comprendere che esiste una interconnessione inscindibile fra il corpo e la mente, fra persone e persone tra scienza e conoscenza, non fa un buon servizio per sé, tanto meno alla comunità universale di cui è una componente. La specializzazione è necessaria, inalienabile, ma non deve mai essere estrapolata dal contesto in cui è sempre comunque inserita. Chissà quando i nostri scienziati, anche quelli a cui è stato riservato il ruolo di indicare il come, il dove e il quando della promozione del nostro Paese, capiranno che l’Italia non va partecipata a pezzi e brani, ma comunicata in modo unitario, nella completezza del suo immenso patrimonio fatto di Storia, Cultura, Arte, Artigianato, Folclore, Tradizioni Alimentazione, Produzione, Moda, Stile, Territorio. Questo perché ogni singola località, delle Terre Uniche delle nostre 20 straordinarie Regioni, ha affascinanti Storie da raccontare, bellissimi Posti da far vedere, squisiti Sapori da far assaggiare e coinvolgenti Eventi da far vivere. Il nostro Paese lo si voglia o meno, lo si sappia o no, è in assoluto il più grande giacimento di bellezza e il maggiore concentrato d’Arte, in Territorio fra i più amati e ambiti al mondo. Quella che noi, con un po di arroganza, riteniamo scontata conoscenza dell’Italia nel mondo, non ci deve assolutamente indurre a pensare che non sia necessario continuare a comunicare tutto il bello e il buono che abbiamo, per due ordini di motivi, il primo è che noi non conosciamo quanto dovremmo realmente conoscere questo nostro Paese, tanto meno il resto del mondo, il secondo è che chi smette di comunicare, lentamente ed inesorabilmente scompare. Un concetto elementare da fare proprio, ma come tutte le cose facili, ovvie, banali, sono quelle più difficili da trasmettere e da acquisire. La promozione delle peculiarità che caratterizzano e identificano i nostri Territori deve passare da una adeguata scelta dei media, da un moderno linguaggio e da una appropriata comunicazione che, preveda necessariamente l’applicazione di standard minimi da parte dalle istituzioni, dalle organizzazioni, dalle associazioni da ogni tipologia di enti, pubblici o privati preposti alla promozione, che prevedano di allegare sempre alle immagini pubblicate le informazioni necessarie a facilmente riconoscere luoghi e prodotti e le rispettive posizioni geografiche. Una elementare procedura che deve indicare il nome del Luogo, la Regione e lo Stato. Tutto questo è importante e determinante, per far conoscere ancora più e meglio il nostro straordinario Paese, perché l’Italia merita di essere scoperta, amata e scelta, per tutta la sua ampia e variegata attrattivita e soprattutto per quanto veramente vale e per quanto realmente merita.

Riccardo Rescio

#comunichiamoalmondolitalia #tuttoilbellochece #bastaunpost #ierioggidomani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: